Solid-Art, il vernissage

Solid-Art, il vernissage

É  andata. Ma non così così. É andata alla grande.
Il vernissage di Solid-Art è stato un successo per tanti motivi: perché ai giovani artisti brillavano gli occhi e hanno regalato al pubblico parole emozionanti, perché l’atmosfera era quella giusta, carica di soddisfazione, amicizia e spirito di gruppo.
Ma è stata un successo anche per la qualità delle opere, che potrete andare a vedere fino al 23 Dicembre nella sala del Conventino Caffè Letterario di via Giano della Bella 20 a Firenze.
Ci stiamo organizzando per portarla anche in altri luoghi della città e ovviamente vi terremo aggiornati.

Ringraziamo per la presenza e il sostegno Cosimo Guccione, Assessore alle politiche giovani del Comune di Firenze, il vice presidente di CESVOT Lorenzo Masi e Andrea Malpezzi coordinatore del Consorzio Martin Luther King.

Un grazie di cuore – anche perché i cuori sono la sua specialità – a Gregorio Mancino che per mesi ha condotto l’atelier creativo con energia da vendere, ma anche a Mulu e Annarosa che per questo progetto si sono spesi senza riserve.

Il progetto Solid-Art è stato ideato da Annulliamo la Distanza e realizzato in partnership con il Consorzio Martin Luther King, Associazione Ieri Oggi e Domani e la Diaconia Valdese di Firenze, grazie al bando CESVOT  “I giovani per il volontariato 2020”,   finanziato con il  contributo di Regione Toscana – Giovanisì,  del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

AVETE UN SPAZIO ESPOSITIVO A FIRENZE E VOLETE OSPITARE LA MOSTRA SOLID-ART?
Scriveteci qui

Ho letto l'informativa e autorizzo il trattamento dei dati secondo quanto riportato nella Privacy Policy Leggi informativa Privacy
Autorizzo l'invio di comunicazioni a carattere informativo (facoltativo)