Scuola Hakuna Matata

  • Luogo: KILIFI, KENYA
  • Cosa facciamo: SOSTEGNO SCOLASTICO
  • A chi è rivolto: 39 BAMBINI
  • Cosa puoi fare: DONA 90€ OGNI 6 MESI

Titolo del progetto

Scuola Hakuna Matata

Luogo di Intervento

Kilifi, Orfanotrofio “ Mwangaza “

Descrizione dello Scenario

A Kilifi, a metà strada tra Mombasa e Malindi, nella zona “Kiwandani”, si trova l’orfanotrofio “Mwangaza”, una struttura nata nel 2011, che ospita, 39 bambini di età compresa tra i 4 e i 18 anni.

Il progetto

Il progetto prevede il sostegno finanziario di un bambino/a ospitato/a presso la struttura di Mwangaza nel corso del suo percorso scolastico. Quando i bambini giungono nella struttura di Mwangaza, in base all’età, sono inseriti inizialmente nel Kindergarten (asilo), che prevede tre classi differenziate. L’ultima è specificatamente studiata per l’inserimento alla Primary School (scuola elementare). Dopo un esame di ammissione i bambini iniziano il primo degli otto anni alla scuola elementare. L’anno scolastico è suddiviso in tre periodi: il primo periodo si svolge da gennaio fino alla prima settimana di aprile; il secondo periodo va da maggio fino alla prima settimana di agosto; e l’ultimo periodo si svolge da settembre fino a fine novembre. Nel mese di dicembre i bambini sono in vacanza. Alla fine di ciascun periodo scolastico, ogni bambino riceve una valutazione per le materie studiate: la classica pagella che potrà essere ricevuta dal sostenitore assegnato a ciascun bambino, in modo da poter seguire direttamente l’apprendimento. La Primary School si trova a circa 2 km dalla struttura ed impegna i bambini sia la mattina che il pomeriggio, il Kindergarten invece dista 5 minuti a piedi. Le lezioni iniziano alle sette del mattino e per la pausa pranzo gli scolari rientrano a casa per poi tornare a scuola fino alle 16-17. Il sostegno economico include: le spese sia dell’asilo sia della scuola elementare (iscrizione, esami, banco, materiali, libri, divise, scarpe, mantelle per la pioggia). Al momento, tutti i bambini frequentano la Primary School tranne il più piccolo che fa l’ultima classe dell’asilo. Con 15 euro al mese si riescono a sostenere tutte le spese scolastiche necessarie. Ad ogni sostenitore del progetto verrà assegnato un bambino/a ed inviata una sua scheda di presentazione.

Risultati raggiunti

Nonostante le difficoltà particolarmente pesanti di quest’anno da coronavirus, il progetto prosegue nell’intento di fornire l’istruzione ai ragazzi da esso supportati, almeno fino al conseguimento del termine della Primary School (paragonabile alle nostre scuole medie inferiori) . Nel mese di aprile del corrente anno, le autorità governative, dopo aver chiuso tutte le scuole di ogni ordine e grado per limitare la diffusione del virus, hanno provveduto a fare rientrare molti ragazze/i ospitati nelle strutture come Mwangaza, presso parenti disposti ad accoglierli. Inizialmente Mwangaza è stato completamente svuotato ma dopo neanche un mese, grazie al grande lavoro svolto dal nostro assistente sociale e ora Direttore Joseph, che ha dimostrato come almeno una decina di loro versassero in gravi carenze alimentari e sanitarie, 10 di loro sono potuti rientrare nella struttura potendo così anche riprendere lo studio quotidiano presso la biblioteca.Questo ha provocato un arresto dell’attività di studio quotidiana dei nostri ragazzi anche se il nuovo direttore e Assistente Sociale Joseph ha continuato per quanto gli è stato possibile a fornire assistenza e didattica ai ragazzi. Alla fine di ottobre il Governo sulla base della dichiarata situazione COVID sotto controllo, ha deciso la riapertura delle scuole.
Purtroppo però tutti i ragazzi devono ripetere l’anno scolastico e questo, soprattutto per coloro che si stanno avvicinando alla maggiore età e quindi al necessario allontanamento da Mwangaza, sarà un grave problema.Nonostante il traguardo del percorso scolastico da noi fin qui sostenuto (3 anni Kinder Garten- 8 anni Primary school) possa sembrare insufficiente a fornire una adeguata preparazione ad affrontare la ricerca della propria autonomia, per le ragazze e ragazzi che già lo hanno raggiunto è stato e sarà  comunque una base importante e affatto scontata in quel contesto. Ciò nonostante stiamo cercando, seppur in questo difficile contesto mondiale, di trovare le risorse per riuscire ad aiutare a proseguire gli studi almeno ad alcune/i delle/i ragazze/i piu promettenti e speriamo di riuscire a far meglio in tal senso in futuro.