AnlaDi Matey (scuola materna): costruzione di una scuola materna a Siem Reap

  • Luogo: KRO BEI RIEL, CAMBOGIA
  • Cosa facciamo: SCUOLA MATERNA
  • A chi è rivolto: 100 BAMBINI
  • Cosa puoi fare: DONA 10€ AL MESE

Titolo del progetto

AnlaDi Matey (scuola materna): costruzione di una scuola materna a Siem Reap

Luogo di Intervento

Kro Bei Riel, Puok District, Siem Reap – Cambogia

Descrizione dello Scenario

Nonostante la notevole crescita economica degli ultimi due decenni, la Cambogia resta uno dei paesi meno sviluppati del sud-est asiatico con il 35% della popolazione che vive ancora in una condizione di povertà e un ulteriore 21% a rischio di povertà. La maggior parte di coloro che vivono in condizioni di povertà assoluta risiede nelle aree rurali. I bambini e gli adolescenti sotto i 19 anni rappresentano il 45% delle persone in condizione di povertà (MPI 2019).

Il governo cambogiano ha riconosciuto l’importanza dell’istruzione per la lotta alla povertà e per lo sviluppo del paese avviando un processo di modernizzare del sistema scolastico che ha permesso di raggiungere un tasso di scolarità nelle scuole elementari al di sopra del 95%. Tuttavia, la qualità dell’istruzione resta scarsa e i tassi di abbandono scolastico, sia per quanto riguarda la scuola primaria che quella secondaria, molto alti. I fattori che influiscono negativamente sulla riuscita scolastica dei bambini riguardano non solo il livello socioeconomico e culturale delle famiglie ma anche l’inadeguatezza delle strutture scolastiche esistenti.

L’educazione della prima infanzia (Early Childhood Education – ECE) sta guadagnando sempre più attenzione in Cambogia ma, a causa delle limitate capacità e risorse del sistema scolastico pubblico, molti bambini non ne hanno ancora accesso. I bambini provenienti da famiglie in situazione di vulnerabilità (povertà, divorzio, violenza domestica) e quelli rimasti orfani o con i genitori migranti, quelli con disabilità e altre patologie croniche, sono quelli che restano maggiormente esclusi dal sistema scolastico.

I servizi di educazione prescolare esistenti hanno una grave carenza di educatori qualificati. Inoltre, sono pochissimi gli asili che adottano un approccio inclusivo. L’UNESCO stima che circa il 68% dei bambini con disabilità in Cambogia resta escluso dai servizi educativi.

Nel comune in cui il progetto si realizzerà, che comprende 12 villaggi con circa 8.500 abitanti, esistono solo due asili statali con un numero di bambini frequentanti, tra i 4 e i 5 anni, pari a 190 (circa il 35% dei bambini in età prescolare residenti nel comune). La scarsa importanza data dalle famiglie all’educazione prescolare e alle funzioni della genitorialità rappresentano fattori importanti che, oltre ad ostacolare il percorso di sviluppo dei bambini e il crearsi delle condizioni per preservare e/o proteggere la loro salute e la sicurezza, contribuiscono a ritardare l’inserimento a scuola e l’abbandono precoce degli studi.

Per gestire appieno i progetti realizzati in Cambogia, dal 2019 è nata AnlaDi Cambodia, sostenuta da Annulliamo la Distanza

Il progetto

Nel villaggio di Totea, uno dei 12 villaggi della comunità di Kro Bei Riel, è attivo un asilo, gestito da AnlaDi Cambodia, che accoglie al momento 54 bambini divisi in due turni. L’asilo è composto da un unico grande stanzone, messo a disposizione a titolo gratuito da un sostenitore cambogiano. Lo spazio attualmente dedicato alle attività dell’asilo presenta una serie di criticità: scarsamente areato, scala di accesso insicura, servizi igienici lontani dalla struttura e insufficienti, varie riparazioni da effettuare sulle pareti e sul pavimento. Inoltre la singola aula consente di accogliere solo due classi di 25 bambini, una al mattino e una al pomeriggio: vista la forte richiesta di accesso ai servizi da parte della comunità locale, si rende necessario aumentare lo spazio a disposizione. A ciò si aggiunga che il proprietario dell’edificio ha già espresso la volontà di rientrare in possesso dell’immobile appena possibile. È quindi necessario intervenire tempestivamente per dotare la comunità di una struttura scolastica di livello qualificato e di facile accesso per i bambini della zona.

Il progetto prevede la costruzione di un nuovo asilo, da edificare in un terreno di proprietà di AnlaDi Cambodia, adiacente alla struttura attualmente operante, costituito da 2 aule per l’educazione prescolare, un ufficio che avrà uno spazio archivio e uno spazio biblioteca, servizi igienici e un’area giochi esterna. Ogni classe ospiterà fino a 25 bambini per ogni turno (turno mattutino e pomeridiano), per raggiungere una capienza di 100 bambini. Verranno adottate tutte le norme in materia di sicurezza, qualità ed accessibilità per la costruzione delle classi.
Ogni aula dell’asilo sarà dotata degli arredi necessari (banchi, sedie, materassini, scaffali), materiali
didattici e attrezzature (giocattoli adatti all’età, libri).
L’area giochi verrà allestita utilizzando materiali di riciclo nello spazio esterno prospiciente l’asilo.Il nuovo edificio garantirà di nuovo ai bambini della zona un più facile approccio alla
frequentazione scolastica. Allo stesso tempo ai bambini verrà offerta l’opportunità di conoscere i coetanei che abitano le zone circostanti e socializzare con loro, imparare le norme basilari di igiene, alimentazione e rapporto con l’ambiente (che sono i problemi più importanti per questa regione), di stimolare la crescita intellettuale attraverso un’istruzione prescolastica (a causa
dell’estrema povertà delle famiglie dei villaggi di questa zona, i bambini non hanno accesso né a libri né a giocattoli).
I beneficiari diretti del progetto sono circa 100 bambini dai 3 ai 5 anni appartenenti alle famiglie più povere del villaggio.

Risultati raggiunti

Ad agosto 2023, ANLADI Cambodia, AnlaDi e una compagnia di costruzioni locale hanno firmato un contratto per la costruzione del nuovo asilo. I lavori sono immediatamente cominciati e non si sono mai fermati, a parte alcune brevissime pause forzate a causa delle copiose piogge.

A dicembre 2023 si registra che i lavori di costruzione sono al 85%. I nostri referenti locali ci riferiscono che la scuola materna sarà pronta entro la fine dell’anno. Tenuto conto dei tempi necessari per arredare la nuova struttura (traslocando parte dei materiali e degli arredi dal vecchio asilo) e per preparare gli spazi esterni al fine di renderli sicuri e accoglienti, prevediamo di accogliere i bambini nella AnlaDi Matey a partire da gennaio/febbraio 2024.